Android Device Manager | La localizzazione remota secondo Google

Pasquale Mastromattei 08 agosto 2013 Android, Applicazioni, Google, News

Android-Device-Manager

Torniamo a parlare di una delle funzionalità più attese in questo ultimo periodo di tempo, stiamo parlando dell’Android Device Manager, che è stato presentato qualche tempo fa e che solo nella giornata di oggi è iniziato a funzionare anche qui da noi in Italia.

Di certo molti di voi avranno pensato a come comportarsi nella casualità in cui il proprio device venisse rubato, come si potrebbe cercare di recuperarlo oppure di riuscire a scovare dove si trovi.

Grazie ad alcune applicazioni a pagamento è possibile effettuare tali operazioni, una delle più famose è Cerberus, che attraverso la geoclaizzazione riesce a trovare il nostro device senza grossi problemi.

Google, però come sempre ci ha visto lungo e ha deciso di implementare tale funzione in maniera del tutto gratuita per tutti coloro che hanno a disposizione il sistema operativo Android e sopratutto un account Gmail.

Tale applicazione ha un nome ben preciso stiamo parlando dell’Android Device Manager, che ci permetterà in caso di furto di effettuare delle semplici operazioni, come:

  • Far suonare lo smartphone al massimo del proprio volume per 5 minuti.
  • Ritrovarlo in maniera del tutto semplice, grazie all’indicazione sulla mappa che ci notificherà dove si trova il device.
  • Possibilità di effettuare un ripristino alle impostazioni di fabbrica in remoto e quindi cancellare tutto ciò che si trova sul proprio dispositivo.

Quindi un’qualcosa di davvero molto interessante e che potrebbe essere utile a molti, noi lo abbiamo testato e possiamo dire che funziona egregiamente.

Android-Device-Manager-impostazioni

Ricordiamo che non dovrete installare nessun tipo di applicazione aggiuntiva, per il semplice fatto che tale Android Device Manager, sarà raggiungibile ad una pagina web che vi lasceremo qui sotto:

Il tutto sarà funzionale grazie all’integrazione da parte di Google di alcune stringhe di codice, nel nuovo Play Service, il quale si troverà alla base della funzionalità del tutto.

Cosa ne pensate? Già l’avete provata? Per noi è davvero una svolta e siamo sicuri che a molti di voi piacerà visto che comunque potrebbe ritornare utile a molti di voi.



Pasquale Mastromattei

Sono un appassionato di tutto ciò che è tecnologico, amo i PC, ma ora mi sto appassionando molto al sistema operativo di Google, ovvero Android. Ho e sto avendo tutt'ora a che fare con molti smartphone con cui mi diverto nel modding e nel flash delle Rom cucinate.Profilo Google+